Il 12 febbraio 2024 il Comune di Jesolo (VE) ha assegnato le concessioni delle proprie spiagge attraverso un bando di gara che disciplina il procedimento di rilascio delle concessioni demaniali ad uso turistico. La normativa regionale relativa non pare peró in linea con la Direttiva, comunemente nota come “Direttiva Bolkestein, ed é infatti precedente ad essa.

Inoltre, la gara indetta dal Comune di Jesolo è stata vinta da un grande gruppo industriale, impedendo ai precedenti concessionari, nonostante il loro profondo legame con il territorio, di competere. L’impatto sull’occupazione e sulla coesione sociale all’interno del territorio sono criteri critici per valutare se un concessionario possa valorizzare adeguatamente una concessione demaniale.

Alla luce di questa situazione e di queste valutazioni, ho quindi deciso di presentare un’interrogazione alla Commissione europea, chiedendo se il bando di gara che fa riferimento a una legge regionale precedente alla Direttiva Bolkestein sia conforme alla legislazione europea e se la Commissione non reputi che la valorizzazione dell’occupazione sul territorio e delle realtà imprenditoriali locali debba essere un fattore importante da tenere in considerazione nell’assegnazione delle concessioni demaniali.