RIAVVICINIAMO I GIOVANI AL CAMION – IL MIO INTERVENTO AL PODCAST K44

  1. Home
  2. LAVORO E SOCIALE
  3. RIAVVICINIAMO I GIOVANI AL CAMION – IL MIO INTERVENTO AL PODCAST K44

Il settore dell’autotrasporto è strategico per l’economia italiana, perché è parte della catena del valore della maggior parte dei settori industriali del Paese. Oggi l’autotrasporto si trova in difficoltà perché le generazioni più giovani non sono attratte dalla prospettiva di lavorare come autotrasportatore. Quasi la metà degli autisti ha più di 55 anni, il 18% ne ha meno di 40 e soltanto lo 0,4% è sotto i 24 anni. L’invecchiamento della forza lavoro è un problema generalizzato che coinvolge la maggior parte dei comparti economici, e bisogna trovare soluzioni per assicurare il ricambio generazionale.

Per questo motivo sono intervenuta al podcast K44 della rivista “Uomini e Trasporti”, cercando di spiegare come è intervenuta l’Europa per salvare un settore e una professione così importanti per la nostra economia. Abbiamo da poco approvato il Pacchetto Mobilità, che si propone di migliorare le condizioni di lavoro nell’autotrasporto e di renderlo quindi più attraente per i giovani. Si è reso necessario l’intervento europeo perché spesso la mobilità transnazionale intrinseca al lavoro dell’autista rende difficile inquadrare il suo profilo nel quadro normativo di un singolo Stato membro. Il Pacchetto invece propone una visione d’insieme che garantisca a tutti gli autisti gli stessi diritti sul lavoro, quali l’accesso a tempi di riposo adeguati, l’aumento della flessibilità nella scelta del riposo e l’adesione al salario minimo nazionale.

C’è ancora molto da fare per attrarre i giovani all’autotrasporto e per assicurare i diritti degli autotrasportatori. Penso ai lavoratori distaccati, su cui tanto abbiamo lavorato in Commissione Affari Sociali al Parlamento europeo ma che per adesso subiscono ancora delle condizioni lavorative non adeguate alla loro fatica, e che mettono a repentaglio le condizioni degli altri lavoratori. Ma il Pacchetto Mobilità è un importante passo in avanti, e confido che nei prossimi anni miglioreremo ulteriormente le politiche europee sui trasporti, per favorire il ricambio generazionale nell’autotrasporto

Menu